• Italiano

Morto a Firenze l'architetto Adolfo Natalini.

24/01/2020

Natalini

La Direzione dell’Opificio delle Pietre Dure esprime il suo profondo cordoglio per la scomparsa dell’architetto Adolfo Natalini.

L’Opificio, sempre sensibile al rapporto con la migliore cultura artistica coeva, volle con il Soprintendente Giorgio Bonsanti aprire un dialogo costruttivo con Adolfo Natalini, rapporto poi proseguito negli anni con i suoi collaboratori. Tale incontro lo portò, nel 1995, a progettare l’attuale allestimento del Museo che, istituito alla fine dell’800, racchiude le pregevoli testimonianze dell’antica manifattura granducale, interpretando a pieno lo spirito di integrazione tra passato, presente e futuro che da sempre contraddistingue l’attività dell’Opificio. E in quel Museo si rispecchia oggi il nostro moderno istituto di conservazione, con le sue straordinarie capacità operative ed elevati standard di qualità.

Il mondo della cultura perde uno dei suoi più importanti esponenti: ricorderemo sempre con riconoscenza l’amore e la passione per l’arte, nelle sue molteplici declinazioni, che Adolfo Natalini ha espresso in ogni sua creazione.

Vedi

https://firenze.repubblica.it/cronaca/2020/01/23/news/firenze_adolfo_natalini_morto-246478768/

https://www.lanazione.it/firenze/cronaca/morto-adolfo-natalini-1.4995827

https://www.artribune.com/progettazione/architettura/2020/01/muore-firenze-adolfo-natalini-architetto-visionario-fondatore-superstudio/

https://www.firenzetoday.it/cronaca/morte-adolfo-natalini.html

https://ilmanifesto.it/addio-a-adolfo-natalini-fu-tra-i-fondatori-del-visionario-superstudio/

NataliniNella foto: 1 luglio 1995, il Ministro per i Beni Culturali Antonio Paolucci inaugura il nuovo allestimento del Museo dell'Opificio delle Pietre Dure accompagnato dall'architetto Adolfo Natalini