• Italiano

Manto dell’Incoronazione di Napoleone Re d’Italia, in concessione al Museo del Risorgimento, Milano

Descrizione

Il manto di Napoleone Bonaparte, da lui indossato nel 1805 per l’incoronazione come Re d’Italia, è un mantello con ampio strascico in velluto verde ricamato con fiori, tralci e la lettera “N” in filato metallico argenteo, caratterizzato dalla presenza di una sola manica ad un braccio, il destro. All’interno del manto si trova una fodera in raso beige ricamata con filato scuro a punto pittura in forma di code di rondine, a simulare pelliccia di ermellino.

Stato di conservazione

Lo stato di conservazione è apparentemente buono non presentando strappi o evidenti problematiche ma il peso notevole dell’indumento richiede una revisione delle cuciture tra le pezze e la messa a punto di un supporto adeguato. A un’indagine più accurata è evidente che il manufatto è stato oggetto di revisioni, per cui le cuciture tra velluto e fodera sono in parte mal eseguite, con punti che tirano entrambi i tessuti.

La fodera è in uno stato conservativo parzialmente compromesso dato il notevole sporco, le lacerazioni, la perdita dei numerosi ricami a punto pittura un tempo a contatto con il suolo. Per quanto concerne la decorazione ricamata sul velluto, è piuttosto scura a causa dell’ossidazione, e sarebbe auspicabile abbassarne i toni per restituire maggior luminosità complessiva all’indumento.  

Lo scollo, zona degradata e fragile, è stato in parte precedentemente “restaurato” utilizzando uno dei nastri stessi che servivano per chiudere i lembi del manto al collo, in parte altri interventi presumibilmente più recenti hanno utilizzato del maline in tinta per proteggere la restante zona.

Indagini scientifiche: laboratorio scientifico dell'OPD diretto da Giancarlo Lanterna
Documentazione fotografica: Pino Zicarelli
Direzione dei lavori: Riccardo Gennaioli
Direzione tecnica: Giacinto Cambini           
Restauratori: Giacinto Cambini, Guia Rossignoli