• Italiano

Modena, Galleria Estense - Guido Reni, Angeli con i simboli della passione

Si tratta di opere appartenenti ad una casistica assai particolare, quella dei cartoni preparatori per affreschi, rari e preziosi, che hanno conosciuto, dopo l’utilizzo pratico, una fortuna collezionistica. In questo caso il loro utilizzo diretto fu per la realizzazione degli affreschi della cupola del Duomo di Ravenna.

In epoca antica, infatti, vennero sagomati presumibilmente per eliminare le zone marginali di degrado, quindi riquadrati con aggiunte perimetrali e infine montati su tela e telaio come vere e proprie opere autonome. La loro eccezionale importanza consiste nella possibilità che offrono di studiare parallelamente l’evoluzione delle tecniche di riporto dell’immagine preparatoria e la fortuna critica dell’opera grafica di questi artisti.

La moderna diagnostica applicata all’interno del Laboratorio o in collaborazione con Istituzioni universitarie, ha consentito approfondimenti specifici sia sulla morfologia superficiale delle due opere, sia sulle componenti dei loro elementi materici, nonché una ricerca ed elaborazione di ipotesi sulla loro genesi tecnica.

Lo stato di conservazione assai precario dei due cartoni, oltre all’inderogabile necessità di conservare il valore storico della vicenda collezionistica e garantirne la fruizione al pubblico, richiede un intervento di restauro complesso, studiato in modo interdisciplinare per tutte le singole componenti attuali delle opere.

Lo studio e la messa a punto di una metodologia esemplificativa sulla tipologia del cartone-oggetto museale, servirà anche a interventi successivi su analoghi cartoni dello stesso Guido Reni, di Ludovico Carracci, Donato Creti e Federico Barocci, appartenenti alle collezioni della Pinacoteca di Brera, di Milano.

 


Direzione del restauro
Cecilia Frosinini

Restauro
Letizia Montalbano, Michela Piccolo

Indagini

  • Riflettografia IR ad alta definizione (scanner):
    INOA, laboratorio di metrologia ottica presso l’OPD
  • Profilometria 3D:
    INOA, laboratorio di metrologia ottica presso l’OPD
  • Spettrofotometria IR:
    Laboratorio analisi chimiche dell’OPD (Mauro Matteini, Maria Rizzi)
LabDis_reni_Putti-con-colonna-piccoloLabDis_reni_Putto-con-veronica-piccolo-1