• Italiano

Testa di Sant’Erasmo

Oggetto: Testa di Sant’Erasmo
Autore: manifattura napoletana
Epoca: XIV secolo
Materiali: argento dipinto e dorato
Misure (HxLxP): 24x18x17 cm
Provenienza: Gaeta
Collocazione: Museo Diocesano
Direzione lavori: Clarice Innocenti – Sandra Rossi
Direzione tecnica: Cinzia Ortolani
Restauratore: Martina Fontana
Indagini scientifiche: Simone Porcinai, Andrea Cagnini, Monica Galeotti
Riferimento archivio restauri: G.R. 13301
Riferimenti indagini scientifiche: S.2038
Inizio restauro: gennaio 2015

La testa di Sant’Erasmo è tutto ciò che si conserva di una grande statua devozionale, interamente realizzata in argento, raffigurante il santo vescovo a figura intera, assiso in trono entro un baldacchino fiorito. L’opera è stata trafugata nel 1981, ad eccezione della testa, presumibilmente scambiata dai ladri per un materiale poco prezioso, a causa del suo aspetto policromo. Essa è stata più volte sottoposta a ridipintura, forse per aggiornamento di gusto o per ravvivare una policromia ormai spenta e usurata.

L’intervento di restauro si propone di recuperare un livello di lettura della superficie di maggiore coerenza con l’antichità del manufatto (non necessariamente quello più antico, presumibilmente molto degradato), rispetto all’ultimo eseguito, probabilmente nel XIX secolo, di mediocre livello artistico e svilente la preziosità dell’opera. Al di sotto di una ridipintura nera è già tornata alla luce la doratura originale dei capelli.