• Italiano

Timpano etrusco dipinto della Tarantola

Soggetto: Scena di banchetto con quattro commensali; in basso fregio continuo a 13 fasce.

Località: Tarquinia, Località Villa “la Tarantola”

Tipo tombale: Tomba a camera unica, scavata nella pietra, con soffitto a doppio spiovente

Anno di rinvenimento: 1904

Datazione: V/IV secolo a.C.

Proprietà: Polo Museale della Toscana, Museo Archeologico di Firenze

BREVE STORIA CONSERVATIVA

L’opera proviene da una tomba a camera unica, scavata nella pietra, originariamente situata nella zona di Tarquinia, databile al V-VI sec. a.C.; fu rinvenuta nel 1904, durante alcuni lavori agricoli.

La decorazione del timpano della parete di fondo all’interno della tomba venne distaccata da Fabrizio Lucarini (restauratore molto noto all’epoca), per conto del Regio Museo Archeologico di Firenze che comprò l’opera dal proprietario del terreno.

Durate tale operazione vennero asportati, insieme con la decorazione pittorica, circa 15 cm di pietra retrostanti.

Da allora, con il nome imprroprio di “frontone”, dovuto alla sua forma triangolare, l’opera è entrata a far parte del percorso espositivo del Museo Archeologico di Firenze, fino all’ alluvione del 1966, quando, anche se non aveva subito particolari danni, venne trasferito prima nei magazzini e poi nei locali dei laboratori di restauro archeologico e esposto solo in occasione di mostre, spesso all’estero.

Da ottobre 2018 il Frontone della Tarantola è in restauro presso l’Opificio delle Pietre Dure, oggetto di tesi della SAFS/PFP1 (tesista: Gabriela Simoni; relatore coordinatore: Paola Ilaria Mariotti; relatori: Anna Patera, Gianna Giachi, Pasquino Pallecchi, Roberto Bonaiuti).

BREVE DESCRIZIONE

Il soggetto raffigurato è un banchetto con quattro commensali (uomini) recumbenti, coronati, dalle lunghe capigliature e alcuni con barba; vestiti con chitoni chiari, himatia rossi e calzati. Il secondo commensale da sinistra solleva un kylix, quello di destra ebbro, dorme; all’estrema sinistra è raffigurata una fiera e all’estrema destra sono dipinte corone, una brocca e un’anfora.

In basso troviamo un fregio continuo a 13 fasce a colori diversi.

LINK:

Museo Archeologico di Firenze

Kylix

OPD-FRONTONE-DELLA-TARANTOLA